Elezioni 2013 polemiche: le attiviste contro Berlusconi e le soluzioni …

contestazioni berlusconi.jpg

"Tu devi imparare a sorridere" - ha apostrofato sornione la scrutatrice uscendo dal seggio dopo aver votato.

Ho volutamente omesso il soggetto, certa del fatto che tutti sapranno riconoscere l'artefice della sciocca battuta.

Cosa ci sarà mai da sorridere caro Berlusconi? Avrà sorriso il vecchio leader per l'ennesima manifestazione di potere delle forze dell'ordine, impegnate a sedare con eccessiva forza la protesta non violenta di tre giovani attiviste di Femen, le ucraine Inna Shevchenko e Oksana Shachko e la francese Elvire Dupont.

Torso nudo e la scritta "Basta Berlusconi" centuplicata nelle urla delle tre ragazze, che hanno atteso il Cavaliere in via Scrosati a Milano, all'uscita dal seggio. Tanto è bastato alle forze dell'ordine per agire con violenza: le attiviste sono state atterrate, bloccate e trascinate in questura come criminali incalliti.

Accusate di atti contrari alla pubblica decenza e resistenza a pubblico ufficiale, questi i gravi reati commessi, ben più gravi quelli perpetrati (e naturalmente non soggetti a punizione) dalla Digos. Fotografi e giornalisti riprendono la scena, qualcuno grida: "La state soffocando!" e le immagini in rete mostrano un uso della forza sproporzionato in relazione agli esili corpi delle manifestanti.

Saranno vere le barzellette sulle capacità intellettive delle forze dell'ordine (non hanno ancora capito che oggi tutto è documentabile) o più semplicemente hanno le spalle ben coperte da uno Stato poco severo con gli abusi del potere.

Una soluzione pareva averla trovata l'oscuro Grillo, impegnato ad aizzare la folla con uno sconcertante racconto. Parafrasando: qualche schiaffetto agli immigrati rompi coglioni lo si può dare, l'importante e prenderli da parte, in una stradina oscura, e regolare da sé il problema, attenti a non farsi riprendere dal telefonino di turno...

Sarà così che lo strano "dittatore", sicuramente votatissimo, risolverà anche i problemi relativi alle manifestazioni? Forse non ha ancora pensato a questa, come a nessun'altra mossa di governo.

Siamo nella fase della distruzione, alla ricostruzione si penserà domani. Anche io dovrei imparare a ridere, ma una strana ansia mi pervade.

GUARDA IL VIDEO



Open all references in tabs: [1 - 4]

Via: spettacoli.blogosfere.it


Short link: [Facebook] [Twitter] [Email] Copy - http://whoel.se/~eic8a$2LO

This entry was posted in IT and tagged on by .

About FEMEN

The mission of the "FEMEN" movement is to create the most favourable conditions for the young women to join up into a social group with the general idea of the mutual support and social responsibility, helping to reveal the talents of each member of the movement.

Leave a Reply