Category Archives: IT

Le Femen esagerano: sterco e sangue mestruale sulla bandiera …

<!-- -->  Stampa -Redazione- L’attivista egiziana e blogger 23enne Aliaa Magda Elmahdi ha pubblicato sul suo profilo Facebook una foto in cui lei e un'altra donna, nude, defecano e fanno colare sangue mestruale su una bandiera dello Stato Islamico. Elmahdi è rivolta verso l'obiettivo in posizione accovacciata, con il pube insanguinato a pochi centimetri dalla bandiera. La donna al suo fianco è di spalle, >>>

Attivista Femen pubblica foto in cui defeca sulla bandiera dell’Is

Roma 27 ago. (TMNews) - Aliaa Magda al-Mahdy, attivista egiziana dell'organizzazione Femen, ha diffuso sui social network una foto in cui lei e un'altra attivista defecano e spargono il loro sangue mestruale sulla bandiera delle milizie jihadiste sunnite dello Stato Islamico: è quanto pubblica il sito dell'emittente satellitare al-Arabiya.Secondo alcune fonti dopo la diffusione della foto al-Mahdy >>>

Attivista Femen pubblica foto in cui defeca sulla bandiera dell’Is

Roma 27 ago. (TMNews) - Aliaa Magda al-Mahdy, attivista egiziana dell'organizzazione Femen, ha diffuso sui social network una foto in cui lei e un'altra attivista defecano e spargono il loro sangue mestruale sulla bandiera delle milizie jihadiste sunnite dello Stato Islamico: è quanto pubblica il sito dell'emittente satellitare al-Arabiya.Secondo alcune fonti dopo la diffusione della foto al-Mahdy >>>

Attivista Femen pubblica foto in cui defeca su bandiera Is

Al Arabiya: minacce di morte per Aliaa Magda al-Mahdy Roma 27 ago. (ASCA) – Aliaa Magda al-Mahdy, attivista egiziana dell’organizzazione Femen, ha diffuso sui social network una foto in cui lei e un’altra attivista defecano e spargono il loro sangue mestruale sulla bandiera delle milizie jihadiste sunnite dello Stato Islamico: e’ quanto pubblica il sito dell’emittente satellitare al-Arabiya. Secondo alcune fonti dopo la diffusione della foto al-Mahdy avrebbe ricevuto delle minacce di morte. Nel 2012 la 23enne attivista >>>

Attivista Femen pubblica foto in cui defeca su bandiera Is

Al Arabiya: minacce di morte per Aliaa Magda al-Mahdy Roma 27 ago. (ASCA) – Aliaa Magda al-Mahdy, attivista egiziana dell’organizzazione Femen, ha diffuso sui social network una foto in cui lei e un’altra attivista defecano e spargono il loro sangue mestruale sulla bandiera delle milizie jihadiste sunnite dello Stato Islamico: e’ quanto pubblica il sito dell’emittente satellitare al-Arabiya. Secondo alcune fonti dopo la diffusione della foto al-Mahdy avrebbe ricevuto delle minacce di morte. Nel 2012 la 23enne attivista >>>

Attivista Femen pubblica foto in cui defeca su bandiera Is

Al Arabiya: minacce di morte per Aliaa Magda al-Mahdy Roma 27 ago. (ASCA) - Aliaa Magda al-Mahdy, attivista egiziana dell'organizzazione Femen, ha diffuso sui social network una foto in cui lei e un'altra attivista defecano e spargono il loro sangue mestruale sulla bandiera delle milizie jihadiste sunnite dello Stato Islamico: e' quanto pubblica il sito dell'emittente satellitare al-Arabiya. Secondo alcune fonti dopo la diffusione della foto al-Mahdy avrebbe ricevuto delle minacce di morte. Nel 2012 la 23enne attivista aveva preso parte ad una campagna delle Femen a Stoccolma contro la >>>

«Violenze in stato di ebbrezza», l’ex Femen comparirà davanti ai …

Articoli correlati Amina lascia le Femen: gruppo islamofobo Femen: «Ecco chi siamo» <!-- --> Parigi - La ex militante del gruppo femminista Femen, la tunisina Amina Sboui , dovrà comparire davanti ai giudici per violenze in stato di ebbrezza. La donna era stata fermata mercoledì sera in piazza della Bastiglia, nel centro di Parigi, dopo aver aggredito e insultato una donna perché portava il velo islamico sollevando una rissa. Amina, >>>

Femen: «Ecco chi siamo»

Approfondimenti Venezia, red carpet per le Femen Articoli correlati Amina lascia le Femen: gruppo islamofobo <!-- --> Venezia - Mostrare «la vera storia del movimento in tutti i suoi aspetti, anche i più controversi e paradossali. Ora ci sentiamo più libere e abbiamo iniziato una nuova pagina di femminismo, anzi di femenismo». È per questo che le attiviste delle Femen hanno accettato di raccontarsi nel documentario Ukraina ne bordel (Ukraine is not a brothel) >>>