Category Archives: IT

CinemaSTop: rompicapi amorosi, cartoon visionari e doc sulle Femen

Il rompicapo newyorchese di Xavier, donatore per due amiche lesbiche Terzo capitolo della saga sentimental-truffautiana diretta da Cédric Klapisch, iniziata dodici anni fa col piccolo cult “L’appartamento spagnolo” e proseguita nel 2005 con “Bambole russe”, questo “Rompicapo a New York” (ma il titolo originale tradotto suona come “Rompicapo cinese”) riprende le vicende dell’inquieto Xavier Rousseau, sempre interpretato dal bravo e stropicciato Romain Duris. Xavier ha ormai compiuto 40 anni, è diventato uno scrittore affermato ed è papà di due bimbi avuti >>>

Femen – L’Ucraina non è in vendita – Recensione

13/06/2014 | Recensioni | Femen - L'Ucraina non è in vendita Dall’Ucraina con furore e verrebbe da dire anche con… scalpore, il movimento femminista contro la società maschilista del Paese, famoso per protestare a seno scoperto, arriva infatti sugli schermi italiani, dopo essere passato anche Fuori Concorso al Festival di Venezia 2013, con un documentario che manifesta le sue origini, la quotidianità di queste donne, sempre intenzionate a valorizzare la loro figura, anche se in una maniera tutta loro, aggressiva, bizzarra, ma a sorpresa anche intimista. Femen, il movimento femminista >>>

Femen – L’Ucraina non è in vendita arriva al cinema – La storia del …

Ieri 12 giugno I Wonder Pictures presenta presso gli UCI Cinemas di 12 città Femen – L’Ucraina non è in vendita, il film sulle Femen, il movimento femminista di protesta in topless nato a Kyiv, in Ucraina e diventato negli anni un caso mediatico di portata mondialeIl film, presentato nella selezione ufficiale della 70esima Mostra del Cinema di Venezia, getta uno sguardo intimo e inedito sul movimento femminista più provocatorio del mondo: un successo travolgente che però affonda le sue radici in inaspettate forze patriarcali e motivazioni a volte contraddittorie.Si può fare la rivoluzione >>>

La seconda vita del femminismo

Natasha Shevchenko. L’ultima scena del documentario dell’australiana Kitti Green Femen. L’Ucraina non è in vendita, presentato allo scorso Festival di Venezia, termina con la scena di una delle “cape” del collettivo Femen in taxi, diretta all’aeroporto. Inna Shevchenko se ne è andata e non solo fisicamente: le sexy femministe che tanto hanno fatto parlare, si sono divise. A raccontarcelo è un’altra leader storica del gruppo Natasha Shevchenko detta Sasha. LetteraDonna.it l’ha incontriata a Torino in occasione del tour di presentazione del documentario in >>>

All’UCI Cinemas arriva Femen – L’Ucraina non è in vendita

Oggi giovedì 12 giugno I Wonder Pictures presenta presso gli UCI Cinemas di 12 città Femen – L’Ucraina non è in vendita, il film sulle Femen, il movimento femminista di protesta in topless nato a Kyiv, in Ucraina e diventato negli anni un caso mediatico di portata mondiale Il film, presentato nella selezione ufficiale della 70esima Mostra del Cinema di Venezia, getta uno sguardo intimo e inedito sul movimento femminista più provocatorio del mondo: un successo travolgente che però affonda le sue radici in inaspettate forze patriarcali e motivazioni a volte contraddittorie. Femen >>>

Femen – L’Ucraina non è in vendita

Questo documentario svela la verità dietro Femen, il movimento femminista che ha suscitato scalpore per le sue manifestazioni in topless. Nato nelle strade innevate di una Ucraina postsovietica corrotta, Femen, con la sua guerra a torso nudo contro il patriarcato, ha investito i media europei come un ciclone. Tuttavia, uno sguardo intimo dentro la vita di queste donne e la bizzarra rivelazione delle forze patriarcali che alimentano l’organizzazione dimostrano che queste titillanti attiviste non sono le “focose femministe” >>>

Dal 12 giugno: “Il magico mondo di Oz”, “Femen – l’Ucraina non è in …

Con questo caldo perché andare al cinema? Perché ci sono molti film in uscita anche questo week-end: primo tra tutti Il magico mondo di Oz (guarda il trailer italiano) diretto da Will Finn e Dan St. Pierre e naturalmente basato sul celebre romanzo di L. Frank Baum. Femen – L’ucraina non è in vendita è il documentario diretto da Kitty Green che vede protagoniste alcune ragazze costrette ad abbandonare la loro terra – l’Ucraina per l’appunto – e a trasferirsi a Parigi dove hanno voltato pagina iniziando a scriverne una nuova. The Congress è un film di Ari Folman nel quale >>>

“L’Ucraina non è in vendita” Il film sulle Femen oggi all’Uci

Montano Lucino -   Proiezione unica alle 20 di oggi, il documentario “Femen-L’Ucraina non è in vendita”. Si tratta di una delle proposte della programmazione straordinaria del multisala Uci Montao Lucino dove il film è incluso nel cartellone degli eventi, con il duplice richiamo esercitato dal fenomeno Femen – giovani donne ribelli senza causa o consapevoli attiviste? Il quesito resta aperto – e dall’attualità fra cronaca e storia dell’Ucraina, dove il movimento che non ha più smesso di suscitare clamore grazie al topless che caratterizza le manifestazioni >>>

CineMust – I film da non perdere in uscita il 12 giugno

Questa settimana non perdete l’horror “1303 3D” che ci porterà in un terrificante appartamento abitato da una strana ed inquietante presenza. Per i più piccoli, invece, l’appuntamento è con “Il magico mondo di Oz”, mentre se volete appassionarvi alla storia di un personaggio strambo, allora il film che fa per voi è, senza dubbio, la commedia “Rompicapo a New York”. Il documentario in sala questo week-end è “Femen – L’Ucraina non è in vendita”, che ci porterà nel mondo delle irriverenti proteste femministe del gruppo di Kyiv. “1303 3D”: A seguito di una >>>

Femen – L’Ucraina non è in vendita

Femen – L’Ucraina non è in vendita svela la verità dietro Femen, il movimento femminista che ha suscitato scalpore per le sue manifestazioni in topless. Nato nelle strade innevate di una Ucraina postsovietica corrotta, Femen, con la sua guerra a torso nudo contro il patriarcato, ha investito i media europei come un ciclone. Tuttavia, uno sguardo intimo dentro la vita di queste donne e la bizzarra rivelazione delle forze patriarcali che alimentano l’organizzazione dimostrano che queste titillanti attiviste non sono le focose femministe che dicono di essere.

Via: bestmovie.it