Elezioni: riaperte le urne. Affluenza in calo del 7,4% – AGI

00:01 25 FEB 2013

(AGI) - Roma, 25 feb. - Riaperti alle 7 i seggi per le elezioni
politiche e, in Lombardia, Lazio e Molise, anche per quelle
regionali. Si vota fino alle 15 in 61.597 sezioni totali.
 
Chiamati al voto sono 47.011.309 elettori per la Camera dei
Deputati e 43.071.494 per il Senato, mentre per le regionali
possono votare 12.838.939 elettori. Ieri l'affluenza ha
registrato un brusco calo rispetto al 2008, -7,38% con il
55,18% di votanti alle 22. A contribuire al  calo dei votanti probabilmente anche il maltempo che
ha reso difficile la circolazione delle auto in alcune regioni.

PROTESTA DELLE FEMEN: A SENO NUDO AL SEGGIO DI BERLUSCONI - (video e foto)

In Campania il Pd lancia l'allarme delle fotografie all'interno
dei segi elettorali. "Esprimiamo forte preoccupazione per
alcune condotte segnalate durante le operazioni di voto in
queste ore cosi' importanti per l'Italia e per la Campania". A
dichiararlo e' Ciro Cacciola, coordinatore della campagna
elettorale del Pd Campania. "Stiamo vivendo una due giorni
fondamentale per il futuro del Paese, e non e' possibile
tollerare comportamenti come quelli gia' riscontrati nella
prima giornata di consultazioni. Condanniamo con forza chi sta
diffondendo immagini delle schede all'interno dei seggi,
compiendo una palese irregolarita', cosi' come invitiamo gli
esponenti di tutti gli schieramenti a non effettuare alcun tipo
di condizionamento degli elettori nei pressi delle sezioni. I
nostri rappresentanti di lista sono impegnati a garantire la
massima regolarita' delle operazioni, e nel caso si ripetano
episodi riconducibili a violazioni di legge non esiteremo ad
informare gli organi giudiziari competenti. In tal senso
facciamo appello a tutti i presidenti di seggio affinche'
vigilino attentamente su un voto che, ripetiamo, deve tradursi
in un momento di leale di partecipazione e democrazia".

Vince
decisamente il giaccone, anche se scatta il quorum anche per
cappotto e cravatta. Poi c'e' anche chi si e' presentato al
seggio a seno nudo, ma questo non vale perche' non si trattava
di leader politici e Femen non e' in lizza. Almeno non ancora.
 
Abbigliamento decisamente invernale per le photo opportunity
dei leader politici in questo appuntamento con le urne
inusualmente invernale. Ecco un Mario Monti in giaccone blu,
che sceglie un look informale ma pur sempre con giacca, a
quadri, e maglioncino e cravatta rosso fuoco. Cappotto blu e
sciarpa in tinta per Roberto Maroni. Coprono tutto il ventaglio
delle possibilita' gli altri contendenti per il Pirellone:
cappotto grigio per Ambrosoli, giaccone blu per Albertini,
piumino grigio perla per Formigoni.

Giaccone blu navy anche per
Bersani, senza cravatta ne' giacca ma con un maglione azzurrino
'cravatta Monti'. Giaccone tecnico scuro per Vendola,
accompagnato al seggio dal compagno Ed. Doppiopetto
d'ordinanza, e cravatta, per Berlusconi. Poi ci sono loro: sono
le foto delle attiviste di Femen a campeggiare sui siti web. A
Milano nevicava ma loro, dal busto in su, 'indossavano' solo le
scritte contro Berlusconi.
 

ELEZIONI: NAPOLITANO HA VOTATO A ROMA

Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha votato
poco dopo le 11 a Roma nel seggio in Via Panisperna, presso
l'Istituto Tecnico per il Turismo Colombo. Il capo dello Stato
era accompagnato dalla moglie Clio. Il Capo dello Stato ha
votato nel Rione Monti, quartiere storico della Capitale, a
pochi passi dal Quirinale dove, uscito dal seggio, ha fatto
ritorno concedendosi una breve passeggiata insieme alla signora
Clio.

ELEZIONI: MARIO MONTI HA VOTATO A MILANO

Il presidente del Consiglio e leader di Scelta Civica, Mario
Monti, ha votato poco dopo le 10 a Milano presso la scuola
elementare Novaro-Ferrucci in piazza Sicilia. Ha votato insieme
al premier anche la moglie Elsa Antonioli.

ELEZIONI: BERSANI HA VOTATO A PIACENZA

Il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, ha votato a Piacenza,
poco dopo le 11, presso la scuola 'Renzo Pezzani' in via
Emmanueli.

ELEZIONI: BERLUSCONI CONTESTATO A SEGGIO 'STILE FEMEN'

Non appena Silvio Berlusconi e' arrivato nel seggio di Milano
di via Scrosati per votare, tre ragazze al grido 'basta
Berlusconi' si sono spogliate, rimanendo a seno nudo. Le Forze
dell'Ordine hanno bloccato le emule casalinghe del gruppo
'Femen' e le hanno poi portate all'esterno del seggio, dove le
giovani hanno continuato a urlare 'basta Berlusconi'. Le tre
ragazze che hanno contestato Berlusconi al seggio erano
straniere e attiviste di 'Femen', un gruppo ucraino per la
parita' dei diritti. Probabilmente si tratta di due giovani
ucraine e una francese. "Sono esagerazioni. Chi ragiona con
l'intelligenza e con il cervello non puo' che votare in una
direzione e si comporta conseguentemente. Poi ci sono tutte le
situazioni fuori dalla ragione che esistono e non possiamo
farci niente". A dirlo e' il leader del Pdl, Silvio Berlusconi,
dopo aver votato nel seggio di via Scrosati a Milano,
rispondendo a una domanda sulla contestazione di tre giovani
donne di 'Femen'.
 

ELEZIONI: VENDOLA HA VOTATO A TERLIZZI

Il leader di Sinistra Ecologia e Liberta', Nichi Vendola, ha
votato nel seggio allestito nella scuola elementare S. Giovanni
Bosco di Terlizzi, suo comune di residenza, nella provincia di
Bari.

Via: agi.it


Short link: [Facebook] [Twitter] [Email] Copy - http://whoel.se/~HNy4E$2KN

This entry was posted in IT and tagged on by .

About FEMEN

The mission of the "FEMEN" movement is to create the most favourable conditions for the young women to join up into a social group with the general idea of the mutual support and social responsibility, helping to reveal the talents of each member of the movement.

Leave a Reply