Femen aggredite da ultra cattolici anti-gay a Parigi (foto e video)

Femen aggredite a Parigi (Ansa)


Femen clashes with anti-gay marriage protests in France over government bill01

Femen clashes with anti-gay marriage protests in France over government bill02

Femen clashes with anti-gay marriage protests in France over government bill3

Femen clashes with anti-gay marriage protests in France over government bill04

Femen clashes with anti-gay marriage protests in France over government bill05

Femen clashes with anti-gay marriage protests in France over government bill06

Femen clashes with anti-gay marriage protests in France over government bill07

Femen clashes with anti-gay marriage protests in France over government bill08

Femen clashes with anti-gay marriage protests in France over government bill09

PARIGI –  Alcune militanti del movimento femminista Femen sono state circondate e in alcuni casi aggredite e picchiate durante la manifestazione organizzata a Parigi dai cattolici radicali dell’istituto Civitas, contro il matrimonio gay che il governo Hollande vorrebbe legalizzare.

Oltre alle militanti Femen, i militanti di Civitas hanno aggredito alcuni giornalisti. “Una decina di militanti di Femen – ha raccontato la giornalista e saggista Caroline Fourest, anche lei malmenata – avevano deciso di inscenare una protesta pacifica e ironica, ma quando sono andate verso i manifestanti degli individui le hanno inseguite, erano scatenati. Le ragazze hanno preso botte e colpi in tutte le parti del corpo”, così come alcuni giornalisti che stavano filmando la scena. Lamentano “molestie” anche numerosi fotografi presenti, che parlano di una “trentina” di aggressori fra i manifestanti, per fermare i quali è stato necessario un cordone di polizia.

La manifestazione era stata organizzata in modo capillare: una trentina di pullman erano arrivati dalla provincia. Molti gli striscioni con le scritte ”Sì alla famiglia, no all’omofollia”. Su quello principale, in testa al corteo, si leggeva un messaggio chiarissimo: ”Un papà, una mamma, per tutti i bambini”. Dietro, giovani ma anche sacerdoti in tonaca, pensionati e famiglie con bambini, molte con bandiere francesi, altre croci e simboli della Francia cattolica conservatrice. ”Il nostro obiettivo – ha detto Alain Escada, responsabile di Civitas, organizzazione non nuova a questo tipo di proteste – è condurre una vera battaglia per la protezione della famiglia e del bambino. Le nozze fra omosessuali sono il vaso di Pandora che consentirà ad altri di rivendicare la poligamia o il matrimonio incestuoso”.

Intanto, oggi 19 novembre il segretario socialista Harlem Desir ha condannato l’aggressione avvenuta all’inizio della manifestazione contro il progetto di legge del governo di sinistra che apre la strada al matrimonio e all’adozione da parte di coppie omosessuali.

oltre a Desir, secondo quanto riferisce la radio Europe 1, altri sei deputati socialisti hanno scritto al ministro dell’Interno Manuel Valls reclamando la ”dissoluzione immediata” dell’Istituto Civitas, l’associazione legalmente riconosciuta a cui fa capo il movimento.

”Oltre agli slogan particolarmente fuori luogo contro ‘l’omofollia’ – scrivono i parlamentari – la sfilata ha dato origine a un’ondata di odio quando dei contro-manifestanti pacifici si sono avvicinati al corteo”.

GRATIS LE ULTIME NOTIZIE VIA EMAIL

I lettori scrivono

Scrivete qui i vostri commenti.

Un commento a “Femen aggredite da ultra cattolici anti-gay a Parigi (foto e video)”

  • Sarebbe il caso di verificare i fatti.
    Secondo voi è normale irrompere in una manifestazione pacifica (costituzionalmente tutelata) nude, con scritto sulla pelle delle bestemmie ed inzozzare con schiuma (chiamata holy sperm) i manifestanti? Se fosse successo ad un comizio della CGIL con scritte pro Berlusca? Questo non giustifica la violenza, ma c’è stata violenza davvero? oppure dopo aver fatto questa “protesta pacifica e ironica” (come l’ha chiamata una nota radicale femminista antireligiosa) le femen si sono semplicemente buttate sul servizio di sicurezza e per terra urlando a favore dei fotografi? Ripeto se violenza c’è stata va condannata. Per farsi un idea andatevi a leggere l’avvenire (non sono un lettore di quel giornale, assolutamente).

Leggere anche...

Open bundled references in tabs:

Via: blitzquotidiano.it


Short link: [Facebook] [Twitter] [Email] Copy - http://whoel.se/~XDJNP$1w4

This entry was posted in IT and tagged on by .

About FEMEN

The mission of the "FEMEN" movement is to create the most favourable conditions for the young women to join up into a social group with the general idea of the mutual support and social responsibility, helping to reveal the talents of each member of the movement.

Leave a Reply