Femen come simbolo della Francia

Il berretto frigio di colore rosso da mettere in testa è un elemento decorativo insolito per l’attivista Femen. Le ragazze sono seminude durante le loro azioni di protesta. Adesso si misura il berretto la leader del movimento Inna Ševčenko. Questa bionda dai capelli lunghi è divenuta la nuova personificazione della “Libertà, Uguaglianza e Fratellanza”.

Tuttavia, c’è ben poco a legare le rappresentanti di Femen con il popolo francese. In Ucraina difendono in modo accanito i diritti delle donne, ma non si ritengono femministe. L’anno scorso, in un’azione in difesa della democrazia e dei diritti delle donne, hanno segato una croce ortodossa di legno a Kyiv. Combattono contro la prostituzione e le molestie sessuali, contro la pedofilia e a favore della legalizzazione dei matrimoni omosessuali. Nel 2012 in Francia hanno persino cercato di far saltare un meeting di oppositori della nuova legge che legalizza le famiglie omosessuali. All’epoca il movimento era stato ufficializzato in Francia, dopo di che Inna Ševčenko era entrata nella “Top 20 delle donne dell’anno” per il giornale “Le Figaro”, nota il ricercatore scientifico superiore dell’Istituto d’Europa dell’Accademia Russa delle Scienze, Sergej Fedorov.

La Francia si è sempre posizionata come un Paese che ha grande cura del problema dei diritti umani, si è sempre sforzato di essere avanti agli altri, di dimostrare il proprio primato in tale ambito. Al tempo stesso, se andiamo a guardare le uscite fatte dal movimento, è impossibile non notarne l’aspetto provocatorio. Comunque, qui prevalgono le ragioni politiche. È evidente che alla Francia non interessa la maniera in cui tale decisione venga considerata dagli altri Paesi, tra cui la Russia.

La rappresentazione della giovane donna in berretto frigio è diventata il simbolo nazionale dopo la Rivoluzione Francese, nel 1792. Il nuovo volto della Marianna è stato scelto tra 15 candidate dal presidente François Hollande. La stessa Inna Ševčenko ha saputo dai mass media di essere diventata praticamente il nuovo volto della Francia. Per lei non è più che una bella sorpresa.

Non posso considerarlo come l’accettazione di Femen in Francia: anche in questo Paese vi sono molti nemici dei diritti delle donne. La battaglia viene per noi prima di tutto il resto. Riteniamo che la raffigurazione in un’attivista Femen sui francobolli nazionali francesi sia un fatto gradito e uno sputo in faccia a quelli che sono contro la lotta per i diritti delle donne. Se continueremo le proteste in Francia? Certamente sì.

I giovani pittori che lavorano con la nuova eroina hanno reso estremamente attraente la figura dell’azione ideologia ispiratrice e scandalizzante. Secondo Olivier Ciappa, fotografo 33enne, militante per i diritti degli omosessuali, la figura di Marianna è collettiva, fuori dal tempo. Le braccia sono state disegnate nello spirito realista del Rinascimento, mentre gli occhi secondo i motivi dei moderni fumetti francesi e americani degli anni ’50. Il presidente Hollande ha dato il suo assenso al lavoro. Ha dichiarato: La gioventù è la priorità del mio mandato presidenziale e questo francobollo lo conferma.Il direttore del Centro di studi francesi dell’Accademia Russa delle Scienze ritiene che la decisione di Hollande non sia orientata per nulla verso i giovani.

Gli alleati dei socialisti alle elezioni e in Parlamento, il Fronte di Sinistra, i comunisti, gli ecologisti, sono molto vicini a questi movimenti. Le posizioni della maggioranza di governo del Paese non sono stabili, vi sono evidenti spaccature tra il partito socialista al governo e le ali più estreme della sinistra. Anche se i loro slogan non sono condivisi dal governo, è necessario per quest’ultimo fare dei gesti in favore di esse.

Quasi mezzo secolo fa le autorità francesi avevano deciso di conferire alla Marianna dei tratti moderni. Le donne più famose e più belle del Paese diventarono così il modello per il simbolo della nazione. In tempi diversi lo furono Brigitte Bardot, Mireille Mathieu, Catherine Deneuve, Laetitia Casta. Nel 2012 aveva assunto la “carica” Sophie Marceau.

Via: italian.ruvr.ru


Short link: [Facebook] [Twitter] [Email] Copy - http://whoel.se/~eq7ci$3di

This entry was posted in IT and tagged on by .

About FEMEN

The mission of the "FEMEN" movement is to create the most favourable conditions for the young women to join up into a social group with the general idea of the mutual support and social responsibility, helping to reveal the talents of each member of the movement.

Leave a Reply