Femen, divieto d’accesso in Vaticano


An activist of the Ukrainian women movem

Iana Azhdanova la donna ucraina, attivista delle Femen che il giorno di Natale tentò di rubare in Bambino dalla Natività di Pazza San Pietro non potrà accedere nello Stato Vaticano. Lo ha disposto il Promotore di Giustizia. La donna dopo il tentato furto era stata arrestata dalla Gendarmeria vaticana. «Il Promotore di Giustizia – ha riferito il portavoce della sala stampa vaticana, padre Federico Lombardi – ha incontrato questa mattina la signora Iana Azhdanova. Ha convalidato l’arresto eseguito dalla Gendarmeria nel giorno di Natale per i reati che le erano stati contestati intimandole il divieto di accesso nello Stato della Città del Vaticano, nella Basilica e negli altri luoghi extraterritoriali». Il Promotore di Giustizia ha tuttavia concesso la remissione in libertà per la donna ha specificato padre Lombardi. Resta invece in attesa dell’interrogatorio del magistrato, e quindi in detenzione, Marcello Di Finizio, l’imprenditore friulano che il 21 dicembre aveva compiuto l’ennesimo atti dimostrativo, come aveva già quattro volte in passato, tentando si salire sulla cupola della Basilica.


Via: direttanews.it


Short link: [Facebook] [Twitter] [Email] Copy - http://whoel.se/~v8Hmg$5je

This entry was posted in IT and tagged on by .

About FEMEN

The mission of the "FEMEN" movement is to create the most favourable conditions for the young women to join up into a social group with the general idea of the mutual support and social responsibility, helping to reveal the talents of each member of the movement.

Leave a Reply