Francia, c’è una Femen sui nuovi francobolli

La nuova Marianne, emblema stesso della Francia, ha il volto di Inna Shevchenko, la giovane ucraina leader delle Femen: con questa rivelazione l'artista Olivier Ciappa, che l'ha disegnata per i nuovi francobolli (in circolazione fra un paio di giorni in Francia), ha acceso una miccia su Twitter.

Conservatori e ultra cattolici hanno già lanciato un appello a boicottarli.
Il nuovo francobollo è stato svelato ieri dal presidente Francois Hollande.

È una giovane donna dal nasino all'insù e i lunghi e morbidi capelli, che indossa il berretto frigio, simbolo della Rivoluzione. Per Hollande doveva essere l'immagine della gioventù, causa nazionale del nuovo governo.
Invece non è altri che Inna Shevchenko, la 23enne che nel 2012 ha portato la lotta femminista a seno scoperto a Parigi e che di recente ha ottenuto l'asilo politico in Francia.

Le Femen si è molto battuta a favore della legge per le nozze gay, mentre Olivier Ciappa è stato di recente, a Parigi, l'autore di una mostra fotografica sul matrimonio per tutti più volte vandalizzata.

"Mi sono ispirato a diverse donne", ha detto oggi l'artista, che ha realizzato il francobollo a quattro mani con David Kawena. Tra queste cita l'attrice Marion Cotillard e la ministra della Giustizia Christiane Taubira.

"Ma soprattutto a Inna Shevchenko", aggiunge poi. Del resto, precisa, "è la sola straniera. Sono un artista politicamente impegnato e lo rivendico".
E poi la Marianne di Delacroix, protagonista del celebre dipinto La libertà che guida il popolo, non è forse una giovane donna che si batte a seno nudo e che porta in testa il rosso berretto frigio? "Per me Marianne, nel 1789, sarebbe stata una Femen", ha aggiunto Ciappa.

La cosa non è piaciuta alla leader cattolica Christine Boutin che, dopo aver fatto campagna contro l'apertura del matrimonio alle coppie di omosessuali, ora ha lanciato un appello a boicottare il francobollo. Il movimento "La primavera francese", composta per lo pi- da ultracattolici, denuncia a sua volta questa nuova Marianne "cristianofoba, astiosa e ideologa come il governo".

Ma l'idea ha anche avuto molti sostenitori che la trovano una "bella sorpresa". Da parte sua, la bella, biondissima, Inna non se lo aspettava, ma ne è fiera a nome di tutte le Femen: "La Francia ha sempre riconosciuto il ruolo delle donne che lottano - ha detto - è un simbolo per tutto il mondo".

Torna alla Home

Via: globalist.it


Short link: [Facebook] [Twitter] [Email] Copy - http://whoel.se/~6Ny4E$3fl

This entry was posted in IT and tagged on by .

About FEMEN

The mission of the "FEMEN" movement is to create the most favourable conditions for the young women to join up into a social group with the general idea of the mutual support and social responsibility, helping to reveal the talents of each member of the movement.

Leave a Reply