Intolleranza: quattro croci divelte con motosega in due regione russe

Mosca (AsiaNews) - Quattro croci di legno sono state tagliate e abbattute in due diverse regioni della Russia, rinfocolando polemiche sul rispetto dei valori e dei simboli religiosi, dopo lo scandalo internazionale provocato dalla condanna delle Pussy Riot. La Chiesa russo-ortodossa ha chiesto alle autorità di fare giustizia sui casi verificatisi nelle regioni di Chelyabinsk e Arkhangelsk nella notte tra il 24 e il 25 agosto scorso, due  settimane dopo che le femministe del gruppo ucraino Femen avevano usato una motosega contro una croce a Kyiv. L'azione era una protesta per la condanna a due anni di detenzione delle Pussy Riot, la band punk che ha inscenato una performance anti-Putin nella cattedrale di Mosca, in un  processo che secondo molti è stato voluto dal Cremlino in accordo col Patriarcato russo-ortodosso.

In un'intervista alla radio Eco di Mosca, Anna Shevchenko, membro delle Femen, ha appoggiato gli attacchi ai simboli religiosi in Russia e ha invitato a continuare, pur sollevando da ogni responsabilità il gruppo femminista ucraino.

Vsevolod Chaplin - a capo del dipartimento del Patriarcato russo-ortodosso per le relazioni con la società - ha chiesto alla polizia di trovare i vandali e consegnarli alla legge. "Queste azioni parlano chiaramente dei valori morali di chi sta attaccando la Chiesa - ha detto a Interfax - con queste azioni simboliche stanno cercando di imporre la loro volontà sulla maggioranza della popolazione".

In entrambe le regioni, al momento, non è stato aperto alcun caso penale. Il reato di vandalismo prevede una pena fino a tre anni di detenzione, ricorda il quotidiano Moscow Times.

Il Patriarcato ha trovato un insospettabile alleato in Piotr Verzilov, marito di Nadia Tolokonnikova, la più celebre delle tre Pussy Riot in carcere. L'attivista ha condannato gli attacchi alle croci e ha spiegato che il gruppo non vi ha nulla a che fare.

La Chiesa ortodossa in Russia e il suo leader, il patriarca Kirill, sono stati oggetti di forti critiche e scandali mediatici negli ultimi mesi, ma alcuni esperti vedono nel vandalismo contro le croci un'aggressione ai fedeli comuni. E' significativo che  la distruzione non abbia colpito i simboli del lusso e dell'agio per i quali è criticata la Chiesa, ma semplici croci di legno, ha fatto notare il giornalista e commentatore di questioni religiose, Andrei Zolotov.

L'ombudsman per i diritti umani, Vladimir Lukin, ha definito gli attacchi come opera di "codardi" e ha chiesto una spiegazione ufficiale di tali azioni.

 

 

Via: asianews.it


Short link: [Facebook] [Twitter] [Email] Copy - http://whoel.se/~iq7ci$1Yn

This entry was posted in IT and tagged on by .

About FEMEN

The mission of the "FEMEN" movement is to create the most favourable conditions for the young women to join up into a social group with the general idea of the mutual support and social responsibility, helping to reveal the talents of each member of the movement.

Leave a Reply