## Ucraina/ Prostituzione minorile, la piaga nell’ombra




Kyiv, 24 giu. (TMNews) - Le attiviste di Femen hanno allargato il raggio d'azione e dal loro motto iniziale "l'Ucraina non è un bordello" sono passate alle battaglie contro la politica la finanza planetaria con le vivaci contestazioni agli uomini di potere: da Vladimir Putin a Silvio Berlusconi passando per Dominque Strauss Khan.

Ma l'ex repubblica sovietica continua a fare i conti, lontano dai riflettori dei media internazionali, con i problemi di sempre. E la prostituzione, soprattutto minorile, resta una piaga di cui si occupano in pochi. Tantomeno le Femen, sempre meno interessate ai risvolti 'nazionali' dello sfruttamento femminile e sempre più impegnate nelle loro trasferte europee alla ricerca del palcoscenico di turno su cui esibirsi. Tanto che a Kyiv il quotidiano Sigodnya ha già provocatoriamente osservato come le colorite proteste delle amazzoni ucraine non siano altro che una sorta di svendita del corpo delle donne alla stampa di mezzo mondo.

L'Ucraina rimane intanto Paese in cui migliaia di giovanissime sono imbrigliate in un sistema sociale e criminale che assume contorni sempre più allarmanti. La prostituzione è ufficialmente illegale, eppure sono circa 15mila le adolescenti che lavorano sul mercato del sesso, secondo i dati dell'Unicef.

I numeri esatti sono difficili da quantificare, considerando anche la stima degli oltre 100mila giovani ucraini che vivono per strada, con il 65% delle ragazze che si prostituisce.

(segue)



Via: tmnews.it


Short link: [Facebook] [Twitter] [Email] Copy - http://whoel.se/~h0AmB$3MG

This entry was posted in IT and tagged on by .

About FEMEN

The mission of the "FEMEN" movement is to create the most favourable conditions for the young women to join up into a social group with the general idea of the mutual support and social responsibility, helping to reveal the talents of each member of the movement.

Leave a Reply