Amina: sequestrata e drogarta, la sua vita è in pericolo


Amina è scappata da casa tre giorni fa. Lo ha denunciato la madre della ragazza.

Dal 12 aprile nessuna notizia di lei.

La storia di Amina Tyler, 19 anni, tunisina, comincia poco più di un mese fa, quando sul suo profilo facebook pubblica alcune sue fotografie in topless. Come le Femen, il gruppo di attiviste ucraine che ha dato inizio ad una protesta pacifica contro il maschilismo, la segregazione femminile, manifestando in Topless.

Amina, che Ucraina non è, ha letteralmente scioccato la Tunisia con le sue foto. Per non parlare dei fondamentalisti islamici.

Un Imam ha addirittura sostenuto la fustigazione e la lapidazione. Tutta la Tunisia si è sentita oltraggiata dal topless di Amina. Che onta.

E da quel momento per Amina comincia un calvario.

La sequestrano alcuni suoi familiari per oltre due settimane.


Racconta attraverso Skype di essere stata visitata da oltre 300 persone che le intimavano di pentirsi, di leggere il Corano, di chiedere scusa (Di che?). Ogni giorno, nel villaggio dove i parenti l’avevano relegata, riceveva la visita dell’Imam che le leggeva pagine del Corano, che le suggeriva di leggerlo.

Le hanno anche somministrato degli psicofarmaci, la intontivano giornalmente.

Racconta: “Qualche volta sono anche riuscita a scappare, ma nessun automobilista mi ha voluto prendere a bordo. Sono stata ripresa, riportata a casa e li’ e’ ricominciato il solito rituale”.

Poi finalmente la fuga va a buon fine, venerdì scorso. La madre ne denuncia la scomparsa.

Anche la madre è contro di lei. Sostiene che la ragazza sia in cura psichiatrica da sei anni, che è pazza, o forse strumentalizzata per scopi politici.

Amina commenta l’accaduto via Skype al sito Femen, da un luogo segreto. Sostiene che l’intervista a Canal plus, nella quale diceva di voler andar via dalla Tunisia, e si scagliava contro le Femen che bruciavano la bandiera salafita, era stata “forzata”.

Non vuole lasciare il suo paese: “Restero’ qui sino a quando non riusciro’ a fare un’altra protesta in topless”.


Open all references in tabs: [1 - 3]

Via: vitadadonna.com


Short link: [Facebook] [Twitter] [Email] Copy - http://whoel.se/~sNy3E$2e7

This entry was posted in IT and tagged on by .

About FEMEN

The mission of the "FEMEN" movement is to create the most favourable conditions for the young women to join up into a social group with the general idea of the mutual support and social responsibility, helping to reveal the talents of each member of the movement.

Leave a Reply