Femen seminuda ‘impiccata’ a Parigi: protesta choc contro Rohani

Parigi, 28 gennaio 2016 - "Vogliamo farlo sentire a casa". Questo il motivo della protesta choc inscenata dalle Femen oggi a Parigi, contro la visita del presidente iraniano Hassan Rohani nella capitale francese. Un'attivista si è mostrata 'impiccata', seminuda, sotto a un ponte a pochi passi dalla Torre Eiffel. La donna recava la bandiera iraniana dipinta sul petto e uno striscione appeso alle spalle che recita "Benvenuto Rohani, boia della libertà". Il tutto mentre, a poche centinaia di metri, nel complesso napoleonico de Les Invalides, il presidente iraniano riceveva gli omaggi delle istituzioni francesi. Lo scopo della protesta era sottolineare che, come denunciato nell'ultimo rapporto di Amnesty International, dopo la Cina l'Iran è il paese che ricorre più spesso alla pena di morte. L'attivista 'impiccata', Sarah Constantin, ha chiesto al presidente Francois Hollande di affrontare il tema dei diritti umani e delle impiccagioni (soprattutto di prigionieri politici) durante l'incontro con Rohani.

ROHANI A PARIGI - Femen a parte, la visita di Rohani a Parigi si è svolta in realtà in tutta serenità, con il presidente iraniano che prosegue la sua strategia diplomatica (e di affari) internazionale nell'era post-sanzioni. "Dimentichiamo i rancori - ha detto oggi Rohani a un incontro con gli imprenditori, davanti al premier francese Valls -. Siamo pronti a voltare pagina verso una nuova relazione fra i due Paesi e la volontà politica è l'ancora principale per entrambi". Nel corso dell'incontro sono stati firmati diversi accordi di cooperazione: uno nel settore dei trasporti sostenibili e l'altro tra le ferrovie pubbliche francesi Sncf e la società ferroviaria statale iraniana. È stato inoltre formalizzato un accordo per lo sviluppo di una filiale francese per la produzione dell'alluminio. Nel pomeriggio si è tenuto l'incontro tra Rohani e il presidente francese François Hollande: l'Iran si è impegnato ad acquistare dalla Airbus 118 aeromobili per un valore di listino di 25 miliardi di dollari.

 

NON SOLO AFFARI - Nel corso della conferenza stampa congiunta a margine dell'incontro con Hollande, Rohani ha anche parlato di diritti umani: "Per noi i diritti umani contano molto e auspichiamo che tutti possano avere pari diritti, incluso i migranti che arrivano nei Paesi di accoglienza. Tutti devono essere in una posizione di eguaglianza".

RIPRODUZIONE RISERVATA

Via: quotidiano.net


Short link: [Facebook] [Twitter] [Email] Copy - http://whoel.se/~ai0bD$6QP

This entry was posted in IT and tagged on by .

About FEMEN

The mission of the "FEMEN" movement is to create the most favourable conditions for the young women to join up into a social group with the general idea of the mutual support and social responsibility, helping to reveal the talents of each member of the movement.

Leave a Reply