Le Femen contro il Papa ad Anno Uno: cosa ne pensate?

Il video ha già fatto il giro del web: durante la puntata di Anno Uno di ieri sera, le Femen hanno lanciato il loro grido di protesta contro il Santo Padre. Il dibattito si è infuocato poco dopo, non solo su La7 ma anche sui social network.

A seno nudo, come sempre, hanno dato il via alla loro "performance" recitando, in inglese, l'attacco a Papa Francesco: «Il problema è proprio qui in Italia», ha urlato una di loro stringendo il microfono. «I nostri diritti sono in pericolo», hanno aggiunto.

Non vi sembra una brutta caduta di stile per Giulia Innocenzi, per Announo, e soprattutto per La7? Cosa ne pensate? Votate il nuovo sondaggio di Globalist.

Anno Uno ultimo nello share della prima serata. Hanno già risposto i telespettatori

Una scelta coraggiosa di giornalismo militante

Un tentativo di rialzare l'audience di Giulia Innocenzi

Una pagina brutta di giornalismo televisivo

Ormai i salottini televisivi rasentano l'inutilità

Brave le Femen, brava la Innocenzi

  • Anna Laura 14/11/2014 alle 18:28:24 rispondi Ma si pensa ancora di poter sensibilizzare il pubblico televisivo ad una certa situazione o condizione in un modo così volgare e squallido? Rispetto la laicità e chi la promuove con argomentazioni che, pur se da me non condivise, offrono interessanti spunti di discussione, ma ODIO la volgarità. Non ritengo la Innocenzi all'altezza di condurre un talk, ragione per la quale, terminato il monologo di Santoro, cambio subito canale, ma ieri, essendo la prima puntata, pensavo di seguirla per farmene un'idea........cattiva idea, la mia, rimediata pigiando semplicemente un tasto del telecomando!
  • Anonimo 16/11/2014 alle 10:38:57 rispondi

Via: globalist.it


Short link: [Facebook] [Twitter] [Email] Copy - http://whoel.se/~0ndjJ$5Yd

This entry was posted in IT and tagged on by .

About FEMEN

The mission of the "FEMEN" movement is to create the most favourable conditions for the young women to join up into a social group with the general idea of the mutual support and social responsibility, helping to reveal the talents of each member of the movement.

Leave a Reply