Category Archives: IT

Ucraina: Femen lasciano il Paese "temiamo per le nostre vite" – AGI

16:16 31 AGO 2013 (AGI) - Kyiv, 31 ago. - Le Femen, il gruppo di attiviste famose per le loro proteste a seno nudo, hanno deciso di lasciare l'Ucraina e di continuare la loro attivita' in Europa. Lo ha reso noto il gruppo in un comunicato in cui si spiega che "Alexandra Chevtchenko, Anna Goutsoi e Iana Jdanova sono fuggite perche' temono per le loro vite e per la loro liberta'". Ieri le tre donne erano state interrogate dalla squadra criminale e trattate come se in stato di arresto.   Martedi' scorso la loro sede a Kyiv era stata perquisita dalla forze >>>

Ucraina/ Dopo ritrovamento armi, tre Femen lasciano il paese

Kyiv, 31 ago. (TMNews) - Tre fondatrici del gruppo Femen, noto per le sue proteste a seno nudo, hanno lasciato l'Ucraina, nel timore di essere perseguitate dalla giustizia dopo che nella sede di Kyiv la polizia ucraina ha scoperto una pistola e una granata. Alexandra Shevtchenko, Anna Hutsol e Iana Jdanova "sono fuggite dall'Ucraina temendo per la propria vita e la propria libertà", ha indicato il gruppo in un comunicato >>>

Pd: Festa Genova, Giusy Versace e le Femen ospiti di ‘una di noi’

Roma, 30 ago. (Adnkronos) - L'atleta paraolimpica Giusy Versace e le Femen sono le prime ospiti di "Una di noi", la serie di incontri a cura di Simona Ercolani e Lino Paganelli che si terranno ogni sera alle 22 (Sala Sandro Pertini) nell'ambito della Festa Democratica di Genova. Lo spazio avra' per protagoniste donne che provengono da diversi ambiti della societa', dal mondo dello spettacolo, dell'imprenditoria, della comunicazione e dello sport in un momento in cui il dibattito sull'universo femminile e' tornato ad essere centrale: donne che hanno combattuto e vinto le loro sfide >>>

Femen scatenate alle ambasciate ucraine di Bruxelles e Berlino

Berlino (TMNews) - Attiviste Femen scatenate a Berlino e Bruxelles per la chiusura delle sede del loro movimento a Kyiv, in Ucraina dopo il presunto ritrovamento di armi da parte della polizia durante una perquisizione. Le neofemministe, sui cui corpi erano scritte frasi come "le nostre armi sono i nostri seni" oppure "i seni non sono bombe" hanno preso di mira le ambasciate ucraine nelle due capitali gridando al complotto e protestando contro il provvedimento della polizia."Il movimento Femen nega formalmente che quelle armi siano state trovate nella nostra proprietà - ha spiegato una >>>

Tunisia, Amina si arrende: dopo le minacce vola in Francia

Pubblicato il 30 agosto 2013 04.56 | Ultimo aggiornamento: 29 agosto 2013 19.48  TUNISI, (ANSA) – Amina ha gettato la spugna e, dopo la tante minacce ricevute, ha deciso di fuggire dalla Tunisia e di raggiungere la Francia, dove si trova da ieri sera con un visto da studentessa. Finisce così, almeno per il momento, l’avventura di questa ragazza >>>

Raid polizia in sede Femen a Kyiv, attiviste protestano in tutta Europa

Articoli correlati Le sextremiste impavide del movimento FEMEN 19/06/2013 14:53 CET Protesta delle Femen a Kyiv 08/06/2013 15:24 CET Ucraina: polizia accusa le Femen di detenere armi 27/08/2013 22:26 CET Ucraina. `Femen` arrestate e picchiate 29/07/2013 00:35 CET Protesta di Femen a Kyiv contro il verdetto Navalny 19/07/2013 13:52 CET Usiamo i seni, non le bombe. Il movimento Femen torna alla ribalta con una protesta che attraversa tutta >>>

Femen: Una lunga storia della sfida al potere

Ecco la sequenza delle proteste che hanno fatto più discutere: 29 agostoA Berlino davanti all'ambasciata dell'Ucraina22 luglio 2013Davanti all'ambasciata tunisina a Bruxellles per protestare contro l'arresto della blogger  Amina25 giugno 2013Show di protesta a Bruxelles in occasione della visita ufficiale del primo ministro tunisino, Ali Larayedh30 maggio 2013Irruzione al termine della finale dello show 'Next Top Model' condotto da Heidi Klum in Germania29 maggio 2013In Tunisia per dare sostegno ad Amina8 aprile 2013 Femen contro Putin, stavolta alla fiera di Hannover in Germania.4 aprile 2013 >>>

Amina lascia Tunisia e vola in Francia "Minacciata di morte"

Tunisi, 29 agosto 2013 - Amina Sboui, la giovane tunisina famosa per avere pubblicato delle foto a seno nudo, è da ieri sera a Parigi a causa, ha detto in una intervista radiofonica ad una emittente francese, delle minacce di morte cui è stata fatta oggetto.Amina è entrata in Francia, secondo quanto ha riferito, nel corso della stessa intervista a France Inter, la regista franco-tunisina Nadia el Fani, grazie ad un visto studentesco. Fani, secondo quanto si legge nel resoconto dell’intervista pubblicata da Tuniscope, ha anche ricordato come Amina è ancora in attesa di conoscere la data >>>

Flash – Le Femen chiudono la sede di Kyiv

Le Femen chiudono definitivamente la loro sede ucraina di Kyiv. Il gruppo femminista attivista delle Femen chiude ufficialmente e in maniera definitiva la propria sede ubicata nella città di Kyiv. Ci tengono a far sapere però che non hanno intenzione di fermare la loro attività di forte protesta nel paese ucraino. Questa decisione è stata […] Le Femen chiudono definitivamente la loro sede ucraina di Kyiv. Il gruppo femminista attivista delle Femen chiude ufficialmente e in maniera definitiva >>>